La passione per la natura e per la fotografia sono sempre stati i miei interessi principali eda vari anni ho unito le due cose. Ho iniziato dedicandomi alla fotografia naturalistica a livello amatoriale , poi grazie all'esperienza acquisita nel tempo sul campo, sono passato a livelli semiprofessionali ed ho collaborato con parchi, con riviste, ho realizzato mostre e organizzo workshop fotonaturalistici. La mia etica mi impone di anteporre comunque il benessere dell'animale alla fotografia, questo significa mantenere distanze e comportamenti adeguati e qualche volta saper rinunciare allo scatto che disturberebbe eccessivamente gli animali.

Per evitare cio' uso accorgimenti importanti come appostarmi prima dell'alba , fare meno rumore possibile, studiare molto bene il comportamento e l'habitat degli animali per conoscerne le loro abitudini. E' importante anche il sopralluogo nel territorio prima degli appostamenti, per trovare tracce o segni che ci indichino la presenza o il passaggio di determinate specie e per capire quale sia il posto migliore per posizionare il capanno. A seconda delle condizioni ambientali e del lavoro che devo realizzare , utilizzo capanni fissi o reti mimetiche e questo significa restare per ore fermi praticamente immobili , indipendentemente al caldo o al freddo, aspettando il momento giusto.

Alcune volte,invece,fotografo dall'auto o in modo vagante dove l'ambiente lo rende possibile. Nonostante possieda un attrezzatura Canon professionale, sono convinto che non serva l'ultima costosa novità del mercato, ma sicuramente le basi tecniche, l'esperienza e l'immancabile fortuna ( molto rara ) per realizzare una bella foto.Il mio corredo fotografico è composto da 2 corpi reflex digitali ed obiettivi che vanno dal 17mm al 500 mm , moltiplicatori , tubi macro, flash e l'immancabile (pesante) cavalletto.

Comunque per me fotografare e far conoscere alle persone tutto quello che è natura è linfa vitale.

The passion for nature and photography have always been my main interests eda several years I combined the two.
I started dedicating myself to nature photography as a hobby, then thanks to the experience gained over time on the field,
I switched to semi-professional level and I worked with parks, with magazines, I realized I organize exhibitions and workshops.
My ethics requires me to precede any case the welfare of the animal to photography, this means keeping distances and appropriate behaviors and sometimes able to give up the step at which unduly disturb the animals.
To avoid this' use tricks such as appostarmi before dawn, make as little noise as possible, study very well the behavior and habitat of the animals to know their habits.
It 'important to also visit the territory before the stalking to find traces or signs that indicate the presence or the passage of certain species and to understand what is the best place to place the shed.
Depending on the environmental conditions and the work that I have to carry, use fixed huts or camouflage nets and this is to remain stationary for hours practically immovable, warm or cold, waiting for the right time.
Sometimes, however, the car photographer or so wandering where the environment makes it possible.
Despite owns a Canon professional equipment, are convinced that it does not serve the latest market news expensive, but definitely the technical basis, the experience and the inevitable fortune (very rare) to achieve a beautiful foto.
Il my camera kit consists 2 SLR bodies and lenses ranging from 17mm to 500mm, multipliers, tubes macro, flash and the inevitable (heavy) tripod.

However for me to photograph and make people aware of all that is nature's lifeblood.